La definizione di galenico è stata ulteriormente dettagliata nel testo del DM 18/11/2003, pubblicato in GU n.11 del 15/1/2004 “Procedure di allestimento dei preparati magistrali e officinali”, che ha definitivamente sancito in vigore della Norme di Buona Preparazione FU XI.
L’articolo 2 recita:
1.  Ai fini del presente decreto si intende per:
 A) PREPARATO MAGISTRALE o FORMULA MAGISTRALE: il medicinale preparato in farmacia in base ad una prescrizione medica destinata ad un determinato paziente: sono tecnicamente assimilabili ai preparati magistrali anche in tutte le miscelazioni, diluizioni, ripartizioni, ecc.. eseguite per il singolo paziente su indicazione medica; la prescrizione medica deve tenere conto di quanto previsto dall’Art 5. del Decreto legge 17 febbraio 1998, n. 23,convertito in legge con modifiche dall’Art. 1 comma1, Legge 8 aprile 1998, n.94*
B) PREPARATO OFFICINALE o FORMULA OFFICINALE: il medicinale preparato in farmacia in base alle indicazioni di una Farmacopea dell’U.E e destinato ad essere fornito direttamente ai pazienti che si servono in tale farmacia
C) Scala ridotta: Numero di “preparati” eseguibili dal farmacista; la consistenza numerica, compatibilmente con la stabilità del preparato stesso, è quella ottenibile da una massa non più grande di 3000 grammi di formulato; per i preparati soggetti a presentazione di ricetta medica la consistenza numerica deve essere documentata sulla base delle ricette mediche (copie od originale) presentate dai pazienti; il farmacista può procedere ad una successiva preparazione di una formula officinale purchè la scorta non superi comunque la consistenza numerica prevista dalla scala ridotta

*Legge n.94 del 8/4/1998
I medici possono prescrivere preparazioni magistrali esclusivamente a base di:
Principi attivi descritti nelle farmacopee dei paesi dell’unione europea o contenuti in medicinali prodotti industrialmente di cui è autorizzato il commercio in Italia o in un altro paese dell’Unione Europea[..]